Bonus 1000 euro Asilo nido: gli 11 punti importanti da sapere.

domande all'INPS a partire dal 17 luglio 2017
L’Inps, con la Circolare 88 del 2/05/2017, rende operative le misure previste dalla Legge di bilancio.

Le famiglie interessate potranno inviare le domande per ottenere il Bonus di 1000 € a partire dal 17 luglio 2017,  il Bonus, previsto dalla legge di Bilancio 2017, è mirato per il pagamento delle rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati o per l’assistenza per i bimbi 0-3 anni, affetti da patologie croniche gravi.

Gli 11 punti importanti circa il Bonus da 1000 euro:

  1. Il bonus ha un importo di 1.000 euro;
  2. Il Bonus verrà riconosciuto a residenti in Italia, con cittadinanza italiana o comunitaria, e agli extracomunitari in possesso del regolare permesso di soggiorno di lungo periodo o, di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari. Ugual misura anche per i cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria;
  3. Il bonus non è cumulabile con i voucher asili nido o babysitter;
  4. E’ necessario attestare l’iscrizione al nido per poter usufruire del contributo;
  5. La domanda dovrà presentarla chi ha sostenuto la spesa per il nido;
  6. L’importo del bonus è suddiviso in 11 rate da 91,00 €, e verrà erogato con cadenza mensile;
  7. Per i Bambini già iscritti al’Asilo Nido, sarà riconosciuto l’intero importo che spetta loro, a partire dal 1° gennaio 2017;
  8. Non sono previsti tetti di reddito (non occorre richiedere la dichiarazione Isee);
  9. E’ destinato alle Famiglie con bimbi nati o adottati dal 1° gennaio 2016;
  10. E’ tramutatile in pagamento per l’assistenza, presso il proprio domicilio, per i bimbi 0-3 anni, affetti da patologie croniche gravi. Per presentare la domanda, è richiesto il certificato medico e chi presenta la domanda deve convivere con il Bambino. La somma verrà versata dall’Inps in un’unica soluzione in caso di domanda per il supporto domiciliare.
  11. Per quest’anno è prevista una spesa complessiva di 144 mil. di euro. Esaurito il plafond l’INPS non accoglierà più le domande. (Per i prossimi anni sono previsti: 2018- 250 mil. di euro, 2019- 300 mil. di euro, 2020- 330 mil. di euro.)

Come presentare la domanda per l’anno 2017:

  • Le domande si potranno presentare dal prossimo 17 luglio 2017 e fino al 31 dicembre 2017:
    • on line tramite i servizi telematici dell’Inps;
    • tramite telefono chiamando il Contact Center dell’istituto al numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06164.164 (da rete mobile, con tariffazione a carico);
    • di persona rivolgendosi ad un patronato.

Come viene corrisposto il bonus:

Il richiedente, deve segnare il mezzo di pagamento, a scelta tra:

  • bonifico domiciliato,
  • accredito su conto corrente bancario o postale,
  • libretto postale
  • carta prepagata con IBAN.

Decadenza del bonus

Ogni mese il richiedente dovrà confermare i requisiti dichiarati nella domanda. L’erogazione viene interrotta a partire dal mese successivo, in caso manchino i requisiti di legge dichiarati o in caso di provvedimento negativo del giudice che determina il venir meno dell’affidamento preadottivo. (esempi: perdita della cittadinanza, decesso del richiedente, decadenza dall’esercizio della responsabilità genitoriale, affidamento esclusivo del minore al genitore NON richiedente; affidamento del minore a terzi).

Per maggiori informazioni potete leggere la circolare completa: SCARICA LA CIRCOLARE

 

Il Pianeta dei Bambini® Srl

Via Ausonio, 5 – 20123 Milano (MI)
Tel.: +39 02.84572409

Lascia un tuo pensiero...