SERVIZI

Come viene gestito il bilinguismo? Lo segue una madrelingua? c'è quindi solo l'inglese o anche l'italiano? L'inglese viene usato sempre o solo per alcune attività?

Il Bilinguismo viene portato avanti o da un’educatrice madrelingua, oppure da un’educatrice italiana con livello ottimo di inglese certificato. Viene gestito su tutta la totalità dell’orario di asilo nido. Lo scopo è creare nei bambini l’abitudine alla sonorità in modo da facilitarne l’acquisizione attraverso giochi, canzoncine, filastrocche e il sentire durante la quotidianità la lingua inglese applicata. Vi è comunque l’accostamento costante con l’italiano, in modo da non fare una full-immersion che potrebbe mettere in difficoltà un bimbo grande che si approccia al nido per la prima volta. Naturalmente l’accostamento inglese-italiano si intensifica con l’aumentare dell’età dei bambini.

Che cos'è lo Sportello genitori? Chi lo fa?

Lo sportello Genitori è un’occasione di confronto tra le famiglie e la pedagogista/psicologa che svolge la Supervisione in struttura.

Previo appuntamento, le famiglie che desiderano avere un confronto con una specialista circa tematiche educative che riguardano eventuali momenti di dubbio educativo o difficoltà, possono rivolgersi alle nostre specialiste. Lo sportello Genitori non è terapico, è un momento di confronto e scambio con una specialista del settore.

Come vengono scelti i laboratori esterni? chi li conduce? lo specialista rimane solo con i bambini? che durata hanno i progetti?

I laboratori esterni vengono condotti da specialisti di vari settori che propongono dei percorsi, a volte più brevi a volte più lunghi, ai bambini. Si tratta di sperimentazione che nella quotidianità dell’asilo non è possibile fare. Si pensi ad esempio alla Pet- terapy.

I laboratoristi vengono costantemente affiancati dal personale educativo che tutela  e veicola il rapporto con i bimbi.

I servizi extra chi li organizza? Le serate tematiche?

Ogni servizio extra, ogni iniziativa, le serate tematiche e tutti i momenti di coinvolgimento delle famiglie sono punto fondamentale della filosofia Pianeta, ma sono il frutto dell’impegno, iniziativa ed organizzazione delle nostre Titolari.

ALIMENTAZIONE

Come funziona il menù? come viene gestita l'alimentazione nel periodo dello svezzamento?

Il menù  sia per le strutture con cucina interna che per quelle con servizio catering, viene approvato dall’ Asl di competenza. Durante il periodo dello svezzamento vengono predisposti piatti di consistenza adeguata per l’età del bambino. Vengono inoltre utilizzati solo gli alimenti che il genitore auto-certifica di avere inserito senza alcun riscontro di allergia o di intolleranza.

 

Se il mio bambino beve il latte artificiale?

Se il bambino si alimenta con il latte artificiale, la famiglia dovrà fornire alla struttura il latte utilizzato, in confezioni preferibilmente piccole per via della scadenza e conservazione. Le educatrici apporranno su ogni confezione il nome e le dosi per il bambino.

 

Se allatto il mio bambino come si può fare?

 

Se il bambino si alimenta con il latte materno ci sono procedure Asl da rispettare per la consegna e conservazione del latte materno all’interno del nido. Il bambino potrà perciò proseguire con la sua normale alimentazione.

Posso portare in asilo la merenda preferita del mio bambino?

Nelle strutture non è permesso portare del cibo da casa, nel rispetto delle normative Asl che ne impongono le condizioni di trasporto, controllo, dichiarazione di conformità, degli allergeni e modalità per preservare i bambini con allergie o intolleranze.

FUNZIONAMENTO

Qual'è l'occorrente da portare al nido? cosa è compreso nella retta?

Di norma l’occorrente per il nido e i servizi compresi nella retta sono definiti da ogni struttura. Nella pagina relativa alla struttura di interesse è tutto specificato.

Il periodo di inserimento come viene definito? posso accorciarlo? può essere allungato? Durante l'inserimento posso stare in asilo?

L’inserimento al nido viene programmato sulla base di uno schema di circa tre settimane che va a coprire una frequenza full-time. Se la frequenza è ridotta può essere pensato su due settimane. Ad ogni modo quotidianamente, l’equipe educativa raccoglie i bisogni espressi dai bambini e dunque comunica alla famiglia se il bambino dovesse necessitare di un ulteriore tempo di inserimento. L’obiettivo è quello di rispettare la natura del bambino e le sue esigenze. Nell’arco del periodo di inserimento sono previsti molti momenti di compresenza in struttura, durante i quali oltre ad uno scambio di informazioni inerenti il bambino e le sue abitudini, il genitore mostrerà alle educatrici come è abituato a fare e condividerà molti momenti.

Quanto costa l'iscrizione? e quanto dura?

L’iscrizione ha validità annuale dal momento della frequenza al nido del bambino. Il costo e diverso per ogni struttura.

Quando si deve pagare la retta? in caso di assenza mi viene restituita la somma versata?

Le rette devono essere versate secondo scadenze mensili specificate nel regolamento interno. Ogni struttura possiede il suo. Tendenzialmente entro il 5 di ogni mese. In caso di assenza si deve fare riferimento allo stesso regolamento, tendenzialmente non vi è alcuna restituzione di somma.

Come funziona il Centro Estivo?

Il servizio Centro Estivo viene attivato e gestito secondo le modalità scelte dalla singola titolare. E’ un servizio che garantisce l’apertura nel periodo del mese di Agosto previa iscrizione e raggiungimento del numero minimo di iscritti.

Se al mio bambino viene la febbre mentre è in asilo?

In questi casi il bambino viene tenuto sotto controllo. La famiglia viene avvista della sua situazione sanitaria. Ogni asilo è diversamente autorizzato alla somministrazione di farmaci, per tale motivo coloro che hanno la possibilità di farlo, seguiranno le normative Asl, coloro che non possono invece dovranno chiedere il ritiro del bambino dal nido.

In seguito a influenza, serve il certificato medico per la riammissione in asilo?

La riammissione in asilo segue le indicazioni Asl, ad ogni modo a livello generico, basta un’autocertificazione del genitore circa lo stato di salute del bambino e di essersi attenuto alle indicazioni terapeutiche fornite dal Pediatra.

Quali sono i tempi di disdetta?

Ogni asilo possiede il proprio regolamento interno su cui sono specificati i termini per la disdetta di frequenza.

Mi sto trasferendo, posso far trasferire il mio bambino in un altro asilo del Pianeta?

Purtroppo non vi è la possibilità di effettuare un vero e proprio trasferimento. Ogni struttura è una realtà separata a livello gestionale. Ogni titolare si premurerà però di contattare la collega e sottoporre la problematica.