Entro la prossima estate, la giunta Maroni approverà nuove regole per gli asili. Tra queste, l’obbligo di  presentare al momento dell’iscrizione Il foglio vaccinale dei bimbi. Che quindi, se non saranno vaccinati, non potranno iscriversi. L’assessore comunica: “Daremo tre o quattro mesi per permettere a tutti di mettersi in regola”. L’ordine del giorno è stato approvato dal Consiglio regionale a inizio aprile.

Sono 4 i Vaccini obbligatori

La legge prevede che per iscrivere i bimbi al nido, abbiano fatto 4 vaccini obbligatori, contro:

  • tetano,
  • difterite,
  • epatite B,
  • poliomelite.

Tutte le 4 dosi sono comprese nel vaccino esavalente che si somministra ai neonati al 3° mese.

Un’altra decisione presa in merito a questa proposta, è quella di “riformulare” i requisiti di accreditamento degli Asili nido, pubblici o privati. I requisiti di accreditamento devono essere rispettati da tutti per poter rimanere aperti.

E’ intenzione dell’Assessore partire dal prossimo settembre: “Sappiamo – dichiara Gallera – che ci vorrà del tempo perché tutti si mettano in regola: l’idea è quella di dare agli asili alcuni mesi, tre o quattro, per adeguarsi alle nuove norme”.

La dott.ssa Valmaggi Sara di contro risponde: “La Regione così non si assume le sue responsabilità: invece di fare una legge, scarica tutto sui Comuni o sui gestori privati dei nidi”.

Qualche numero…

  • 50.000 sono i bambini scoperti contro difterite, poliomielite, tetano ed epatite B
  • 6.000 non hanno ricevuto il trivalente (antimorbillo, antiparotite, antirosolia). Sono coperti al 96% i nati nel 2012, al 93% per quelli del 2013.
  • Per i vaccini contro morbillo, parotite e rosolia, sono coperti solo il 90% dei Bambini di 4 anni.

Il rischio è lo scatenarsi di malattie che si consideravano ormai praticamente scomparse. Anche l’”immunità di gregge” è a rischio, per via della bassa percentuale di vaccinati necessaria per tutelare anche i soggetti non vaccinati.

Il Vaccino sulla meningite

Da mesi sono aperte le trattative con i sindacati, per permettere anche i medici di base di fare le vaccinazioni. La richiesta nasceva per sfoltire le code dove ad oggi è tutto esaurito fino a dicembre 2017. Tuttavia a quanto pare non è facile trovare un accordo con i medici di famiglia per la somministrazione del vaccino anti-meningite. L’assessore Giulio Gallera dichiara: “A questo punto, se l’intesa non sarà chiusa entro lunedì, procederemo con accordi con i singoli medici che vorranno aderire”.

L’assessore al Welfare G. Gallera comunica che predisporrà a breve una delibera di giunta (probabilmente per la fine di maggio), per spiegare come si concretizzerà la decisione.

Vi terremo aggiornati…

leggi l’aggiornamento: Aggiornamento del 19/05/2017

 

Il Pianeta dei Bambini® Srl
Via Ausonio, 5 – 20123 Milano (MI)
Tel.: +39 02.84572409

Lascia un tuo pensiero...